Vicolo III alla Giudecca è l’indirizzo del terzo appartamento che vi proponiamo come casa vacanze per tutti i periodi dell’anno in cui vorrete soggiornare in Ortigia per diletto, passione e anche per lavoro.
Una stradina tranquilla e stretta che si snoda fino alla via Alagona e riserva sorprese, come l’ampia e luminosa terrazza con vista sui tetti a corredo dell’appartamento.

Vicolo III alla Giudecca
Via della Giudecca andando verso Vicolo III alla Giudecca

Vicolo III alla Giudecca è parte della cornice della piccola chiesa di San Filippo Apostolo la quale racchiude fra le sue mura e nei suoi sotterranei stratificazioni storiche e religiose importanti. Il luogo fu, prima di tutto, cava per materiali edilizi, ipogeo in epoca paleocristiana, sacro agli ebrei come sinagoga fino all’epoca di Ferdinando il cattolico che il 31 maggio 1492 emanò l’editto che voleva scacciarli dai territori del suo regno.

Successivamente, dimenticata l’originale struttura del mikveh (il bagno di purificazione ebraico), la chiesa ha subito diverse trasformazioni e anche la chiusura temporanea a causa di diversi danni strutturali; dal 2010 è stata riaperta al culto e recentemente sono stati ripristinati i livelli sotterranei: aperti anch’essi al pubblico, riservano un percorso affascinante nella storia di Siracusa, un’autentica immersione nella storia e nel cuore di Ortigia.

Vicolo III alla Giudecca
Scorcio della Chiesa di San Giovanni Battista incastonata fra i palazzi

Ci soffermiamo ancora su un dettaglio importante per coloro che volessero visitare la Giudecca includendo anche i sotterranei di San Filippo Apostolo: la chiesa opera come parrocchia di San Giovanni Battista ed è legata a filo stretto alla chiesa di San Giovanni Battista che si trova qualche decina di metri più avanti proseguendo lungo la via Della Giudecca. San Giovanni Battista è risalente al XIII – XIV secolo, la struttura originaria di impianto medievale ha perso il tetto a causa dell’incuria durata molti secoli; questa particolarità è molto apprezzata oggigiorno: è davvero affascinante la luce del sole che illumina direttamente le pietre bianche della chiesetta e il suo altare.

Da Vicolo III alla Giudecca sono due passi per l’Opra dei Pupi de La Compagnia dei Pupari Vaccaro – Mauceri; se assisterete ad almeno uno spettacolo, fra i drappi rossi dell’antico teatro restaurato, verrete catturati dalle storie tumultuose e romantiche di cavalieri e principesse ispirate all’Orlando Innamorato e all’Orlando Furioso.

Alla ricerca di una prospettiva diversa: scorcio della Chiesa di San Filippo Apostolo al centro fra Vicolo II e Vicolo III alla Giudecca.

Ma piacevole è anche passeggiare lungo via della Giudecca che, con le sue botteghe, i negozi di abbigliamento vintage e oggettistica, è molto vivace perché assiduamente frequentata dagli ortigiani stessi e si fa snodo verso via Maestranza, via Logoteta, Via Alagona e ancora, via Roma.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>