Palazzolo Acreide è un luogo che sorprende i visitatori sin dal loro arrivo, facendoli immergere nella sua meravigliosa storia di tremila anni. Il punto di forza di Palazzolo Acreide è la varietà di stratificazioni storiche, come dimostrano i suoi eccezionali monumenti artistici e architettonici.

Gli itinerari da seguire sono diversi ma sicuramente la duplice natura di Palazzolo Acreide è quella di essere un centro barocco patrimonio dell’UNESCO dal 2002 e un sito archeologico di immenso interesse.


Partendo dal barocco, meritano sicuramente una visita le chiese di San Paolo e San Sebastiano, trionfo del tardo barocco che organizzano feste più importanti della città insieme a quella di San Michele. Da ricordare anche la Cattedrale di San Nicola, la Chiesa dell’Annunciazione con la facciata caratterizzata da quattro magnifiche colonne tortili e la Chiesa dell’immacolata che custodisce al suo interno una statua della Madonna con Bambino realizzata dal celebre dalmata scultore Francesco Laurana, risalente al XV secolo. Infine, il percorso barocco non può essere completo senza aver ammirato il famoso balcone di Palazzo Judica-Cafici, che vanta di essere il balcone barocco più lungo del mondo.

Prima di lasciare il paese, altra tappa importante sono gli imponenti ruderi del castello medievale di epoca araba-normanno-sveva, il Museo delle Nobili Tradizioni a Palazzo Spadaro Rizzarelli e ancora il Museo dei Viaggiatori in Sicilia.
Altri due musei importanti sono la Casa-Museo di Antonino Uccello, il famoso etnoantropologo locale e il Museo Archeologico di Palazzo Chaplains.


Quest’ultimo è il collegamento con l’area archeologica, il sito di Akrai, dove si trovano le rovine del Teatro Greco risalente al III secolo avanti Cristo.
Da segnalare inoltre la Via archeologica selinuntina, parte dell’antico asse viario romano e le cave di Intagliata dell’Intagliatella, ricche di tombe paleocristiane e bizantine tra cui la Grotta dei cavalli e il Senebardo. Infine, da ricordare un bassorilievo del I secolo avanti Cristo con scene sacrificali e
conviviali.

Perle nascoste di Palazzolo Acreide sono anche i cosiddetti Santoni, santuari rupestri costituiti da dodici figure scolpite nella roccia e testimonianza unica del culto della Magna Mater e considerato
il principale centro del culto di Cibele in Sicilia La datazione del complesso è compreso tra la fine del IV e ed il III secolo avanti Cristo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.